DRAGONS ALLIEVI CAMPIONI DEL VENETO!

I Dragons vinco la finale contro il Rovigo per 7 a 6 aggiudicandosi il titolo regionale

Sabato 12 Ottobre sul diamante castellano si è disputata la finale valevole per la coppa Veneto categoria allievi tra i nostri Dragons e il Rovigo.

I castellani sorteggiati come squadra di casa vengono cosí schierati dal manager Guevara:

Pietro Mercorella (ss), Simone Bordignon (2b), Davide Novello (p), Matteo Moro (1b), Gabriele Favarin (c), Alberto Donà (cf), Giovanni Gatto (3b), Filippo Rinaldi (lf), Leonardo Zanchetta (rf) che verrà a metà partita sostituito da Alessandro Carniel. Nel primo inning i castellani dopo aver concesso un punto, nel loro attacco partono con il piede giusto e ne mettono a segno 4 grazie tra l’altro ad un fuoricampo di Novello. Altri tre punti vengono messi a segno nel secondo attacco grazie alle valide di Moro e di Favarin e all’aggressività giusta nella corsa sulle basi. Sul 7 a 1 i Dragons si rilassano e la difesa non aiuta Novello sul monte facendo cosí recuperare il Rovigo fino al punteggio di 7 a 6. Nelle ultime due riprese Moro sale sul monte e spegne ogni tentativo di rimonta degli avversari regalando cosí il trofeo ai Dragons.

 

COMPLIMENTI A TUTTI I NOSTRI RAGAZZI!

 

 

Una piccola parentesi...noi siamo stati in questi ultmi anni molto critici verso la classe arbitrale ma questa volta non ce la sentiamo di condannare l’arbitro perché al di là del risultato a noi favorevole riteniamo le scelte fatte dal direttore di gara in parziale e che non hanno avvantaggiato nessuna delle due squadre. Non si offenda nessuno poi se ci sentiamo di definire certe frasi e certe imprecazioni fatte dal pubblico fuori luogo ed esagerate in una partita di ragazzini!

DRAGONS IN FINALE

La categoria allievi vince la semifinale di coppa Veneto contro il Bolzano

Domenica 06 Ottobre la nostra formazione categoria allievi era impegnata nel concentramento finale valevole per l'assegnazione della coppa Veneto.

A causa del maltempo si sono disputate solo le semifinali. Nella seconda semifinale di giornata i Dragons per l'occasione guidati dal manager Carlos Guevara hanno affrontato il Bolzano. I castellani partono subito con il piede giusto e mettono a segno nel loro primo attacco ben 4 punti mettendo subito l'incontro sui binari giusti. I punti sono arrivati grazie a numerose valide sulle quali risaltano un lungo doppio di Davide Novello, un singolo di Alberto Donà e un fuoricampo di Matteo Moro. Matteo sul monte lancia quattro ottime riprese concedendo un solo punto aiutato anche da una ottima difesa nella quale c'è da segnalare una prestazione perfetta di Simone Bordignon. In attacco nella terza e quarta ripresa i Dragons allungano ulteriormente il vantaggio portantosi sul 7 a 1. Con la finale matematicamente raggiunta nell'ultima ripresa i castellani concedono 4 punti al Bolzano. Puntaggio finale Dragons 7 Bolzano 5.

Ora i nostri ragazzi nella finalissima che si diputerà sabato 12 Ottobre in via Malvolta nel campo piccolo affronteranno il Rovigo.

Vi aspettiamo numerosi!

FINE DELLA CORSA PER I DRAGONS

Altre due sconfitte contro il Cervignano mettono fine ai sogni play-off per i Dragons

Domenica 28-07 l'OASI.S B.C. DRAGONS CASTELFRANCO V.TO era chiamata ad un doppio successo contro i Tigers di Cervignano per restare in corsa per i play-off per la serie A. Come nelle ultime partite disputate i Dragons hanno dovuto fare i conti con numerosi infortuni. La coppia Ongarato-Strauss deve rinunciare al clean-up e interbase Sandalo e schiera al suo posto Chessa. Per il resto la formazione è la solita della trasferta triestina. Sul monte ritorna Salviato. Dopo 2 riprese in parità i Dragons mettono a segno un punto ma il Cervignano, nell'attacco successivo ne mette a segno 4 e l'infortunato Salviato viene sostituito da Serafin il quale termina l'inning senza concedere ulteriori punti. Al sesto l'OASI.S B.C. DRAGONS CASTELFRANCO V.TO mette a segno 4 punti grazie anche ad un fuoricampo di Scavo. Lo stesso scavo nell'inning successivo abbondona il campo per infortunio. I Dragons da questo momento  crollano e a causa di molti errori subiscono 10 punti segnandone solo 1. Questa sconfitta estromette i castellani dalla lotta play-off.

 

Gara 2 vede l'OASI.S B.C. DRAGONS CASTELFRANCO V.TO giocare solo per la maglia visto la mateatica eliminazione. I Dragons nonostante ciò e con una formazione pesantemente rimaneggiata lottano punto a punto con i friulani grazie alle belle prestazioni di Sammaciccio, Ghiraldelli e Frison sul monte e di Salviato Francesco (esterno destro che per esigenza della squadra ha ricevuto 9 riprese in maniera egregia). I due punti alla nona ripresa dei Tigers fissano il punteggio sul 7 a 5 per gli ospiti.

 

NULLA DA FARE PER I DRAGONS QUEST'ANNO...DOPO UN INTERA STAGIONE PASSATA AL COMMANDO DELLA CLASSIFICA, IL CROLLO NELLE ULTIME GIORNATE HA ESCLUSO LA NOSTRA FORMAZIONE DAI PLAY-OFF PER LA SERIE A. LE GIUSTIFICAZIONI NON SERVONO MA È GIUSTO RICORDARE CHE QUESTO CROLLO È DOVUTO AD UN MIX DI INESPERIENZA DEI NOSTRI GIOCATORI (MOLTI DEI QUALI ALLA LORO PRIMA ESPERIENZA CON RESPONSABILITÀ), AD INFORTUNI CHE HANNO DECIMATO LA ROSA E ANCHE DA DECISIONI ARBITRALI NON DEGNE DI QUESTO SPORT.
SPERAVAMO IN UN FINALE MIGLIORE MA SIAMO COMUNQUE ORGOGLIOSI DEI NOSTRI RAGAZZI I QUALI SIAMO SICURI CI TOGLIERANNO SODDISFAZIONI ANCORA PIÙ GROSSE L'ANNO PROSSIMO! GRAZIE RAGAZZI E SEMPRE FORZA DRAGONS!

UNA DOMENICA AMARA

I Dragons condizionati da molti infortuni e contro una buona Alpina perdono entrambi gli incontri a Trieste

Domenica 14 Luglio l’OASI.S B.C. DRAGONS CASTELFRANCO VENETO era impegnata a Trieste nell’ultima trasferta della stagione 2013. Nello scontro al vertice i Dragons si presentano decimati dagli infortuni e dopo aver combattuto per tutti i 18 inning cedono nei confronti dei padroni di casa. Gara 1 termina con il punteggio di 5 a 4 mentre gara 2 vede perdere i castellani per 13 a 12. Questa doppia sconfitta condiziona pesantemente il campionato dell’OASI.S B.C. DRAGONS CASTELFRANCO V.TO che infatti per sperare nell’accesso ai play-off deve vincere tutte e 5 le partite restanti e questo non potrebbe comunque bastare. 

CONGRATULAZIONI MARTEN!

La società OASI.S B.C. DRAGONS CASTELFRANCO VENETO si sente di esprimere le più sincere e convinte congratulazioni, anche a nome di tutte le persone legate al baseball castellano, a Marten Gasparini, atleta classe 1997 del vivaio dei Cervignano Tigers, per l'importantissimo traguardo raggiunto con la firma di un contratto che lo fa entrare nel baseball professionistico con l'organizzazione dei Kansans City Royals. Auguriamo a questo ragazzo-atleta che si è sempre messo in evidenza oltre che per le sue enormi doti tecniche anche per la sua correttezza e il suo basso profilo in campo che questo possa essere solo l'inizio di una carriera ricca di successi.

CONGRATULAZIONI E BUONA FORTUNA MARTEN!

SENTENZE DEL GIUDICE UNICO

Queste le sentenze del giudice unico in seguito a quanto successo nel primo incontro a Bagnaria Arsa di domenica 23-06:

 

SQUALIFICA 2 GIORNATA/E DI GARA A ONGARATO IGOR (B.C. DRAGONS CASTELFRANCO VENETO A.S.D.) per reiterate proteste contro l'arbitro

 

SQUALIFICA 3 GIORNATA/E DI GARA A STRAUSS ROJAS JONATHAN JAVIER (B.C. DRAGONS CASTELFRANCO VENETO A.S.D.) perchè per ben tre volte si è scagliato contro l'arbitro trattenuto dai giocatori, per ripetute proteste e comportamento antisportivo contro il giudizio arbitrale, tenuto conto comunque dell'attenuante di essere rimasto solo

 

AMMONIZIONE A SALVIATO FILIPPO (B.C. DRAGONS CASTELFRANCO VENETO A.S.D.) per ripetute proteste nei confronti dell' arbitro di base.

 

INTERDIZIONE FINO AL 15/07/2013 A SALVIATO VALTER (B.C. DRAGONS CASTELFRANCO VENETO A.S.D.) per offese reiterate contro gli arbitri e per aver fomentato le proteste ai danni di questi ultimi. Recidivo.

 

Accettiamo serenamente le sentenze del giudice unico con il solo rammarico che il comportamento arrogante e prevenuto assieme alla prestazione gravemente insufficiente del signor Miceu in gara 1 non vengano nemmeno messe minimamente in discussione. Lo stesso direttore di gara infatti, dopo le numerose ma dovute proteste dei nostri, aveva più volte ammesso di aver sbagliato. L’errore ci sta perchè errare è umano ma perseverare…

 

Ribadiamo il concetto che se si esige rispetto è doveroso portarne!

SHOW ARBITRALE A BAGNARIA ARSA

I Dragons mantengono la testa della classifica portando a casa una partita nonostante un arbitraggio e un atteggiamento degli arbitri vergognoso contro la nostra formazione

Domenica 23-06 l’OASI.S B.C. DRAGONS CASTELFRANCO V.TO era impegnata nella difficile trasferta di Bagnaria Arsa contro l’Europa baseball club. In gara 1 i Dragons sono scesi cosí in campo: Sammaciccio (cf), Tonolo (lf), Guevara (3b), Sandalo (ss), Scavo (c), Prior (1b), Checchin (dh), Salviato Fr (rf), Chessa (2b) e Salviato Filippo sul monte di lancio.

Primo attacco e prima gaffe arbitrale con una interferenza chiamata su un swing di Guevara. Ma nella prima ripresa lo show degli arbitri non finisce…purtroppo! Nell’attacco dei padroni di casa questi effettuano un bunt di sacrificio, il pitcher castellano raccoglie e la passa a Chessa che con un metro e mezzo di anticipo elimina il corridore che il direttore di gara preso dalle allucinazioni chiama salvo. Arrivano allora le naturali proteste della nostra panchina e il signor Miceu mostra un’arroganza che non ha eguali. Con un tono che non si usa nemmeno con gli animali urla ai nostri di stare zitti come se la casacca che porta glielo permettesse. Il manager Ongarato dopo aver protestato civilmente senza mai offendere e/o mancare di rispetto viene espulso da questo pseudo arbitro che si vede porta rancore verso la nostra formazione (non sarà per caso per quanto accaduto a Cervignano?? ) La partita prosegue e i Dragons dopo essere riusciti a chiudere la prima ripresa 0 a 0 nella seconda segnano il primo punto con un fuoricampo di Scavo ma ne subiscono 4. Nel terzo attacco castellano però il signor Miceu ha una visione degna del paranormale, con l’OASI.S B.C. DRAGONS CASTELFRANCO V.TO in attacco ed in piena rimonta chiama un interferenza del nostro corridore con una battuta valida perché a suo dire il nostro giocatore ha “sbucciato” la pallina con un tacchetto. Tutti i Dragons si sentono defraudati e protestano. Il direttore di gara Miceu continua con la sua arroganza e dopo aver mandato su tutte le furie il pitching-coach Strauss e non aver nemmeno avuto il coraggio di espellerlo (se non dopo che glielo ha ricordato il suo collega Sepulveda) e aver scatenato scene di tensione cambia improvvisamente atteggiamento e con fare da maddalena addolorata ammette più volte di aver sbagliato. Ricapitolando, prima sbaglia, espelle con arroganza, scatena il finimondo e poi dice che ha sbagliato provando a giustificarsi con i nostri giocatori!

Il match prosegue e al quarto inning Salviato Filippo dopo aver lanciato da infortunato viene sostituito da Stangherlin che lancia come al solito in maniera efficace. I castellani giocano con il cuore e riescono nonostante tutto e tutti a passare in vantaggio ma all’ottava ripresa la difesa dei Dragons commette degli errori che paga. 9 a 7 per i friulani.

Ma non è finita. Per concludere la sua prestazione da incubo l’arbitro chiama un out su pick-off indecente che interrompe qualsiasi tentativo di rimonta per l’OASI.S B.C. DRAGONS CASTELFRANCO V.TO.

 

In gara 2 la formazione è la stessa con Frison lanciatore partente. I Dragons giocano un’eccellente partita in attacco e mantengono il commando della partita dal primo all’ultimo inning. Pizzolotto sul monte completa un eccellente lavoro del rientrante Frison. In questa partita nonostante qualche errore per entrambe le squadre non è stata accennata alcuna protesta da parte nostra. Sembrava infatti di avere due arbitri diversi dalla mattina forse perché entrambi nella pausa tra le due gare avranno meditato sulle loro decisioni e su i loro comportamenti. 

Al termine di questa partita il nostro dirigente voleva complimentarsi con il signor Miceu per la buona prestazione da arbitro capo ma gli è stato consigliato di non farlo perché avrebbe potuto sembrare una presa in giro.

 

Ci complimentiamo con la nostra squadra che ha giocato con numerosi infortuni e con il cuore, la tensione vista in campo nel primo incontro la riteniamo conseguenza di certe scelte, attegiamenti, modi di fare o di proporsi che i direttori di gara hanno nei confronti dei giocatori, allenatori, dirigenti e società che fanno sacrifici immensi per poter continuare a praticare questo bellissimo sport. Se si esige rispetto è doveroso portarne!

FINISCE IL SOGNO COPPA ITALIA...

La sconfitta nella partita secca contro il Trieste pone fine all’avventura dei Dragons in Coppa Italia.

Domenica 09-06 sul diamante castellano si è disputata la partita ad eliminazione diretta contro il Trieste valevole per l’accesso alle semifinali di Coppa Italia 2013.

L’OASI.S B.C. DRAGONS CASTELRANCO VENETO scende cosí in campo: Tonolo (cf), Salviato Fr (rf), Sandalo (ss), Guevara (1b), Squizzato (3b), Scapinello (dh), Checchin (lf), Mancini (c), Chessa (2b) e Pizzolotto sul monte di lancio. L’inizio per i Dragons non è facile dove nel primo inning subiscono subito 3 punti ma il Trieste non si ferma e già nella seconda ripresa la coppia Ongarato-Strauss è costretta a cambiare il partente castellano con Salviato Filippo. 4 a 0 per gli ospiti. Nella terza ripresa però l’inerzia della partita cambia e dopo aver messo a segno un punto i Dragons pareggiano con un fuoricampo da tre punti messo a segno dal bomber Guevara. Il Trieste alla quinta ripresa ritorna in vantaggio di un punto ma l’ L’OASI.S B.C. DRAGONS CASTELRANCO VENETO pareggia subito grazie ad un balk commesso dal pitcher friulano. Con chiamate arbitrali non proprio eccezionali per entrambe le squadre si va avanti sul 5 pari fino all’ottava ripresa dove Salviato dopo 7 buone riprese non trova più l’area di strike e viene sostituito da Stangherlin che dopo un inizio difficile ed il punto del 6 a 5 messo a segno dall’Alpina esce bene da una situazione complicata. I Dragons provano la rimonta ma complice l’ennesima chiamata penalizzante dell’arbitro di base vedono stroncato il loro tentativo di rimonta. Nell’ultimo attacco il Trieste mette a segno 3 ulteriori punti mettendo cosí un punto esclamativo sulla vittoria e sul meritato passaggio del turno.

Ora l’OASI.S B.C. DRAGONS CASTELRANCO VENETO sarà impegnata domenica prossima in casa contro il Buttrio per la prima giornata di ritorno di serie B federale.

UN MERITATO CENTRO!

Giovedì 6 Giugno i Dragons hanno giocato in trasferta contro i Dynos Verona. Il Castelfranco era inizialmente così schierato: Salviato F. (P), Scavo J. (C), Novello D. (1B), Bianco G. (2B), Samma Ciccio L. (SS), Novello M. (3B), Novello L. (LF), Rossi E. (CF), Sorice D. (RF).
Come nelle precedenti partite la formazione castellana inizia con il piede sbagliato concedendo due punti ed infliggendone uno soltanto nei primi due inning, ma la svolta che cambia il match arriva al terzo dove i draghi di castelfranco mettono a segno con decisione ben sei punti. La timida reazione veronese arriva alla quinta ripresa, in cui i Dynos segnano un punto. Le casacche rosse di Castelfranco vacillano un po' al settimo inning dove riescono a segnare un solo punto mentre i padroni di casa ne rimontano ben cinque. Nell'ultimo attacco i Dragons segnano un ulteriore punto che sottolinea l'ottima prestazione complessiva della squadra in questa trasferta che si conclude sul risultato di 10 a 7 per la nostra formazione. Vittoria significativa per i Dragons viste le numerose sconfitte subite negli incontri precedenti ed ancor più significativa per il morale del gruppo, che si vede ripagato dei duri sforzi in allenamento. Prossimo impegno di campionato in casa del Rovigo il 12 Giugno.

PAREGGIO NELLO SCONTRO AL VERTICE

Lo scontro al vertice si conclude con un pareggio…gara 1 ai friulani mentre gara 2 vede i Dragons vincitori

Nell’ ultima giornata di andata l’OASI.S B.C. DRAGONS CASTEFRANCO V.TO era impegnata nello scontro al vertice a Cervignano contro i Tigers.

In gara 1 i Dragons scendono in campo con la formazione tipo e Salviato sul monte. I castellani partono molto a rilento mentre i padroni di casa non perdonano e si portano sul 6 a 0.  Al settimo inning Marco Sandalo mette a segno la prima valida per il line-up castellano e viene portato a casa da un violento doppio di Guevara. Da questo momento l’OASI.S B.C. DRAGONS CASTELFRANCO V.TO mette inizio alla rimonta a suon di valide che completa nella nona ripresa dove a dir la verità segna pure il punto del sorpasso ma un arbitro gravemente insufficiente non lo concede chiamando l’eliminazione a casa base. Nell’ultimo attacco il Cervignano mette a segno il punto della vittoria e i Dragons pagano la poca concentrazione.

 

Gara 2 ha tutta un'altra storia perché l’OASI.S B.C. DRAGONS CASTEFRANCO V.TO dopo aver portato alcune modifiche nella formazione parte in vantaggio e lo mantiene fino al ventisettesimo out. Pizzolotto tiene a bada le mazze friulane e Stangherlin lo rileva con la consueta efficacia. In questa buona prestazione della squadra risaltano le ottime prove nel box di  battuta di Chessa, Salviato Fr, Mancini e Prior.

 

Cogliamo l’occasione per ringraziare la società Tigers di Cervignano e i suoi dirigenti e aiutanti perché ancora una volta si sono dimostrati gentilissimi e ospitali facendoci sentire come a casa nostra!

UNDER 21...ANCORA UNA SCONFITTA

Mercoledì 29 Maggio si è disputato un altro incontro in casa per il Castelfranco contro il Pastrengo. Ancora un esordio fra le fila castellane, questa volta tocca a Matteo Moro, un giocatore dei nostri allievi. La formazione castellana è così schierata: Salviato (P), Scavo (C), Moro (1B), Sorice (2B), Sammaciccio (SS), Novello M. (3B), Novello L. (LF), Rossi (CF), Simonetto (RF). Il diamante castellano è molto attento sin da inizio partita, grazie ad un'ottima prestazione difensiva (soprattutto sul monte) per 3 inning non subiscono e non infliggono punti, ma all'inizio del quarto il Pastrengo mette a segno un punto. Al sesto inning arriva però la reazione dei draghi di Castelfranco che passano in vantaggio segnando 3 punti. Le casacche rosse di Castelfranco mantengono il vantaggio per un inning, ma purtroppo altri due errori difensivi concedono alla formazione di Pastrengo di conquistare tre punti riportandosi in vantaggio e vincendo la partita. Dragons che mostrano un significativo migliorano, ma non ancora sufficiente a conquistare la meritata vittoria.

ALTRA SCONFITTA PER L'UNDER 21

Mercoledì 22 Maggio i Castelfranco Dragons hanno giocato la loro quarta sfida di campionato in casa contro il Ponzano. Durante questo incontro fa il suo esordio in UNDER 21 il quindicenne Federico Scapinello, che entrerà all'esterno destro da metà gara.
La partita inizia decisamente con il piede sbagliato per i castellani che, con complessivi errori di distrazione, subiscono immediatamente 5 punti. I draghi di Castelfranco segnano un punto durante l'attacco dello stesso inning, la reazione è immediata, ma insufficiente per ristabilire la parità. L'iniziale batosta subita sortisce l'effetto di svegliare la difesa castellana che non concede punti per ben 6 inning! E proprio durante il loro sesto attacco le mazze di Castelfranco infliggono 3 punti al Ponzano, ma proprio quando il distacco fra le contendenti si assottiglia, gli ospiti metto a segno 4 punti. Le casacche rosse di Castelfranco riescono a segnare ancora un punto prima della fine dell'incontro. Il punteggio finale è di 9 a 5 per i visitatori. La formazione nostrana incassa la terza sconfitta su quattro incontri disputati, imparando l'importante lezione che va messa la massima concentrazione in campo sin dal primo lancio.

CHE RITORNO!

È ufficiale il ritorno di Filippo Frison. Il lanciatore che negli ultimi anni è stato un punto fermo per il bullpen castellano ritorna a giocare rinforzando cosí il reparto che benissimo a fatto fino a questo momento. 

 

 

 

 

 

 

La società B.C DRAGONS CASTELFRANCO V.TO da il bentornato a Filippo augurandogli di toglersi grandi soddisfazioni assieme al resto della squadra.

 

NULLA DA FARE PER I DRAGONS

In una domenica condizionata dal maltempo i Dragons e il Trieste sono riusciti a disputare un solo incontro che ha visto prevalere la formazione triestina.

Domenica 19-05 il primo incontro delle ore 10.30 contro l’ Alpina di Trieste è stato sospeso dopo appena due eliminazioni a causa del maltempo. La seconda partita si è invece disputata anticipando l’orario di inizio alle ore 14.45. L’OASI.S B.C. DRAGONS CASTELFRANCO V.TO è scesa cosí in campo: Tonolo (2b), Scavo (c), Sandalo (ss), Guevara (1b), Prior (dh), Squizzato (3b), Checchin (lf), Mancini (rf), Sammaciccio (cf) e Salviato Filippo sul monte di lancio.

Nelle prime due riprese il partente castellano assieme alla difesa concede qualcosa all’Alpina la quale segna 2 punti. I Dragons non ci stanno e mettono subito a segno nel terzo inning un punto accorciando il divario. Da questo momento Salviato sul monte aiutato da alcune belle prodezze difensive non concede più nulla cosí come il rilievo Stangherlin subentrato alla settima ripresa. Nel line-up dell’OASI.S B.C. DRAGONS CASTELFRANCO V.TO le valide non mancano (10 in totale - 3 messe a segno da Sandalo e 2 da Squizzato) ma un mix di sfortuna e poca incisività dei castellani e una buona prestazione del Trieste fa terminare l’incontro sul 2 a 1 per gli ospiti. Si tratta della seconda sconfitta per i castellani che ora come da calendario rispetterà un turno di riposo prima di affrontare il Cervignano per uno scontro al vertice.

Forza ragazzi!

 

ALTRA DOPPIETTA PER I DRAGONS

Due partite con storie completamente diverse…gara 1 combattuta punto a punto con qualche difficoltà in più del previsto per i Dragons mentre la vittoria in gara 2 è arrivata senza problemi

Domenica 12 Maggio l’OASI.S B.C. DRAGONS CASTELFRANCO VENETO ha affrontato nel diamante di casa il Bolzano. In gara 1 la squadra castellana è scesa cosi in campo: Tonolo (2b), Scavo (c), Sandalo (ss), Guevara (1b), Squizzato (3b), Prior(dh), Checchin (lf), Salviato Fr (rf), Sammaciccio (cf) e Serafin sul monte di lancio. In una stagione fin’ora memorabile l’unica pecca è rappresentata dagli infortuni e anche questa domenica purtroppo non si sono fatti attendere, infatti, il lanciatore partente Enrico Serafin è costretto a lasciare la partita alla seconda ripresa per un dolore al gomito. Pizzolotto è costretto ad entrare a freddo ma chiude l’inning senza problemi. Nel successivo attacco i Dragons segnano il primo vantaggio. Alla quarta ripresa però il pitcher castellano perde la zona di strike e concede 2 punti e viene sostituito da Ghiraldelli il quale dopo aver concesso un altro punto esce bene da una situazione difficile. Sotto di due punti l’ OASI.S B.C. DRAGONS CASTELFRANCO VENETO mette a segno due punti per il pareggio, il primo con Scavo e il secondo grazie ad una gran corsa di Checchin dalla prima base fino a segnare il pareggio. Nella quinta ripresa entrambe le squadre mettono a segno un ulteriore punto. Sul punteggio pari all’ottavo inning Salviato Fr viene sostituito in battuta da Scapinello a sua volta sostituito da Mancini in difesa. Sul monte entra Stangherlin il quale a suon di strike-out tiene a 0 il Bolzano fino alla nona ripresa. Con il timore degli extra-inning i Dragons vanno in battuta e dopo aver riempito le basi con zero eliminati ci pensa Prior con una lunga battuta all’esterno centro a portare a casa il punto decisivo e la partita.

 

In gara 2 la formazione castellana apporta solo alcuni cambi in difesa: Mancini a ricevere, Scavo in seconda base, Tonolo (cf) e Sammaciccio (rf). Strauss avendo utilizzato tutti i lanciatori in gara 1 si affida a Salviato Filippo. La partita procede con il punteggio di 2 a 1 per i castellani fino al quarto inning quando con un vero e proprio big-inning con protagonista tutto il line-up i Dragons mettono a segno 10 punti. Sul monte Salviato si rilassa un po’ e concede 3 punti al Bolzano ma nei due attacchi successivi i castellani fanno rifiatare alcuni titolari ma mettono comunque a segno altri 5 punti grazie tra l’altro alle valide di Mancini e Sammaciccio e ad un lunghissimo doppio del neo-entrato Chessa. Sul 17 a 4 Salviato chiude senza problemi il settimo inning portando cosí a casa  la partita per manifesta.

 

Sperando che l’infortunio di Enrico non sia nulla di grave l’ OASI.S B.C. DRAGONS CASTELFRANCO VENETO in settimana preparerà le prossime due partite casalinghe di Domenica prossima contro il Trieste…vi aspettiamo numerosi!

L'UNDER 21 VINCE LA PRIMA PARTITA!

Mercoledì 8 Maggio l’appuntamento per la squadra di Castelfranco è in casa contro la formazione di Rovigo. Terzo incontro di campionato molto importante per il morale della squadra dopo le due sconfitte subite. Niente riserve per la formazione castellana, quindi tutti in campo incluso Luigi Samma Ciccio, nuovo arrivo italo-venezuelano all’esordio in questa categoria.
Il primo inning si conclude sullo 0-0, ma già nel secondo attacco i visitatori passano in vantaggio di un punto. Il roster di Castelfranco si dimostra, come nelle partite precedenti, più abile in difesa che in attacco: le casacche castellane non subiscono ne infliggono punti e la partita scorre molto velocemente, ma l’orgoglio dei draghi di Castelfranco si fa sentire al quarto inning in cui mettono a segno 2 punti passando in vantaggio. Purtroppo la risposta avversaria non si fa certo attendere: il Rovigo durante l’attacco segna 3 punti portandosi sul 4-2. Il diamante castellano non ci sta, ed i Dragons siglano il 4 pari al sesto inning. Per avere un vincitore in questa sfida, occorre arrivare sino all’ottavo inning dove i Draons dimostrano carattere ed orgoglio con una valida di Luigi che fa arrivare a casa-base Filippo Ghirardelli il quale strappa il punto della prima vittoria stagionale.

DOPPIETTA DRAGONS A REDIPUGLIA

Due partite giocate con grande attenzione dai castellani nella trasferta friulana dove non hanno concesso quasi nulla e hanno sfruttato ogni minima opportunità. In gara 2 shoutout di Salviato Filippo

Domenica 5 Maggio l’OASI.S B.C. DRAGONS CASTELFRANCO V.TO ha affrontato a Redipuglia i padroni di casa per la terza giornata delle regular season. In campo è sceso anche l’ultimo acquisto, Luigi Sammaciccio, esterno centro di 17 anni arrivato venerdí dal venezuela.

I Dagons in gara 1 sono stati cosí schierati: Tonolo (cf), Scavo (c), Sandalo (ss), Guevara (3b), Zappia (1b), Prior (dh), Salviato Fr (rf), Mancini (lf), Sammaciccio (cf) e Serafin sul monte di lancio. Primo attacco e primo vantaggio castellano con Tonolo che segna il primo punto dell’incontro. La partita resta in equilibrio fino alla quarta ripresa grazie ad un ottimo Enrico Serafin sul monte di lancio. I dragons calano un po’ l’attenzione e subiscono 3 punti dal line-up friulano. Passa solo un inning per rivedere l’OASI.S B.C. DRAGONS CASTELFRANCO V.TO in vantaggio grazie a 4 punti messi a segno nel sesto attacco (uno dei quali con uno sqeeze-play). Sul monte i Dragons sostituiscono Serafin con Stangherlin che si dimostra la solita sicurezza concedendo un solo punto all’ottava ripresa e nulla più. 6 a 4 per i Dragons e primo incontro “portato a casa”.

 

In gara 2 il duo Ongarato-Strauss schiera la stessa formazione con solo 3 variazioni: Prior copre la prima base, Chessa è schierato come DH e Salviato Filippo sul monte di lancio. I Dragons partono ancora in vantaggio al primo lasciando però le basi piene. La partita scorre veloce fino al sesto inning sul punteggio di 1 a 0 per i castellani con Salviato Filippo fino a questo momento ha concesso una sola valida al Redipuglia. Nella sestra ripresa l’OASI.S B.C. DRAGONS CASTELFRANCO V.TO decide che è ora di allungare il vantaggio. Con Guevara in seconda base i friulani danno la base intenzionale a Prior ma vengono puniti da un singolo con Rbi di Salviato Francesco (la stessa identica situazione si ripete all’ottavo inning per il terzo punto castellano). Alla settima ripresa Salviato Filippo subisce due valide ma dimostra carattere e chiude un altro inning a 0. Si arriva cosí all’ultimo attacco friulano dove il lanciatore castellano però non concede nulla e arriva, grazie anche ad una difesa praticamente perfetta, la seconda vittoria della giornata.

 

Primo complete-game e primo shoutout per Filippo Salviato, congratulazioni!

SECONDA SCONFITTA PER L'UNDER 21

Mercoledì 5 Maggio i Castelfranco Dragons hanno incontrano i Dynos Verona sul diamante castellano. In seguito al recente infortunio del ricevitore, terza base e lanciatore Michele Brunati, i draghi di Castelfranco sono ridotti ad otto giocatori e devono quindi ricorrere all'esordio prematuro di Davide Novello, che è infatti ancora fuori età per giocare in questa categoria, quindi la partita viene disputata in deroga. Il Castelfranco inizia difendendo bene con delle ottime prese dell'esterno sinistro Novello Leonardo e dell’esterno centro Elia Rossi, ed attaccando ancora meglio con un punto segnato da quest'ultimo grazie all'RBI di Francesco Salviato. Nei seguenti tre inning i castellani sfoggiano una difesa quasi impeccabile grazie all'ottima prestazione del pitcher Francesco Salviato ed alle buone prese di tutta la squadra. Dragons che però non brillano in attacco non riuscendo ad arrivare mai oltre la seconda base nei successivi attacchi. All'inizio del quinto inning la partita cambia sfortunatamente volto, osservando la rimonta veronese sulle casacche rosse di Castelfranco che subiscono sei punti. La formazione di Jonathan Strauss concluderà la partita al sesto inning senza subire ne concedere ulteriori punti, portando ad un risultato finale di 1 a 6. Si tratta della seconda sconfitta su due partite per i castellani. Si possono notare però già alcuni miglioramenti che siamo sicuri porteranno a risultati migliori in un futuro prossimo.

DRAGONS A DUE FACCE

In gara 1 i castellani vincono disputando un’ottima partita, nel secondo incontro invece non riescono a reagire e perdono la prima partita del 2013

L’OASI.S B.C. DRAGONS CASTELFRANCO V.TO  nella prima giornata disputata nell’impianto di via Malvolta 57 pareggia il conto contro l’Europa di Bagnaria Arsa.

I Dragons in gara 1 sono scesi in campo con la seguente formazione: Tonolo (cf), Scavo (c), Sandalo(ss), Guevara (3b), Squizzato (2b), Prior (1b), Scapinello (dh), Checchin (lf), Salviato Fr (rf) e Serafin sul monte di lancio. I castellani partono subito alla grande al primo attacco con due punti battuti a casa da Prior. Serafin nonostante un unghia sanguinante controlla il line-up friulano concedendo un solo punto ma viene rilevato con due out alla quarta ripresa da Stangherlin che con la solita freddezza spegne il tentativo di rimonta dell’Europa. Nell’attaco succesivo l’OASI.S B.C. DRAGONS CASTELFRANCO V.TO mette in cassaforte la partita segnando altri tre punti due dei quali battuti a casa ancora una volta da Massimo Prior.

Sul 5 a 1 Stangherlin si dimostra una sicurezza e chiude senza problemi i successivi quattro inning aiutato anche da un ottima difesa.

 

Tutta un'altra storia invece gara 2 dove i Dragons, costretti a rinunciare per infortunio a Checchin e Prior scendono cosí in campo: Tonolo (cf), Scavo (3b), Sandalo (ss), Guevara (1b), Squizzato (2b), Scapinello (dh), Salviato Fr (rf), Mancini (c), Chessa (lf) e Pizzolotto sul monte di lancio. Dopo la prima ripresa terminata 0 a 0 la squadra ospite si porta in vantaggio nelle due riprese successive, dove, subisce una brutta botta alla spalla un già acciaccato Marco Sandalo e Pizzolotto viene sostituito dal giovanissimo Ghiraldelli che esce da una difficile situazione a basi piene. Nell’inning successivo però il giovane pitcher paga l’inesperienza e dopo aver concesso altri tre punti il pitching-coach Strauss lo sostituisce con Salviato Fi. L’attacco castellano non riesce a produrre nulla ( solo una valida di Tonolo) grazie ad un ottimo lanciatore avversario. Al contrario invece i friulani non mollano e segnano un punto per ogni dei tre successivi inning, due di questi con dei fuoricampo su Salviato Fi. Il secondo dei fuoricampo scatena qualche polemica (che continuerà nella nona ripresa) con il giocatore dell’Europa che sull 9 a 0 decidendo di fare il fenomeno  festeggia in maniera esagerata. Sul 9 a 0 l’OASI.S B.C. DRAGONS CASTEFRANCO V.TO capisce che la rimonta è quasi impossibile ma nonostante ciò dimostra carattere e mette a segno 2 punti. I Dragons perdono cosí la prima partita del 2013.

 

In questa settimana i castellani dovranno recuperare i molti infortuni subiti e preparare al meglio la trasferta di Redipuglia di Domenica prossima per tornare subito a vincere.

I DRAGONS AVANZANO IN COPPA ITALIA

Nell’ultima partita della prima fase di coppa italia 2013 i Dragons vincono a Bolzano e passano per la prima volta alla seconda fase del torneo di serie B federale.

Giovedí 25 Aprile l’OASI.S B.C. DRAGONS CASTELFRANCO V.TO ha affrontato con successo l’ultimo incontro della prima fase di Coppa Italia di serie B federale. La trasferta di Bolzano cadeva in mezzo agli impegni di campionato aumentando cosí la difficoltà della partita (il bolzano non aveva giocato domenica scorsa e la prossima sarà a riposo). La formzaione era al completo esclusi l’infortunato Brunati e l’inutilizzable Scavo per la formula del torneo.

I castellani partono bene ma pagano caro le molte disattenzioni e si ritrovano cosí ad inseguire fino all’ottava ripresa dove si rivede il carattere della formazione di Ongarato-Strauss e una volta effettuato il sorpasso portano a casa la partita e il passaggio del turno.

È la prima volta nei 47 anni di baseball castellano la formazione di serie B avanza alla seconda fase di Coppa Italia.

Da segnalare il debutto con battuta valida in serie B del classe 1996 Leonardo Novello.

 

CHE CARATTERE…CHE CUORE…CHE DRAGONS!

Due partite completamente diverse quelle giocate dall’OASI.S B.C. DRAGONS CASTELFRANCO V.TO a Buttrio. Gara 1 di ordinaria amministrazione, gara 2 di carattere e cuore

Nella prime due partite di serie B federale 2013, contro i White Sox di Buttrio le emozioni non sono mancate. Nella prima partita i Dragons sono scesi in campo con la seguente formazione: Tonolo (cf,) Scavo (c), Sandalo (ss), Guevara (2b), Prior (1b), Checchin (lf), Brunati (3b), Mancini (dh), Salviato Fr (rf) e Serafin come lanciatore partente.  Nei primi 3 attacchi la formazione castellana mette subito a segno 10 punti ipotecandosi il primo incontro del campionato grazie anche alla buonissima prestazione di Serafin sul monte di lancio. Da questo momento la tensione cala un pò e Strauss alterna sul monte Salviato Fi, Ghiraldelli i quali concedono qualcosa alle mazze friulane ma l’OASI.S B.C. DRAGONS CASTELFRANCO non corre nessun rischio perché l’attacco continua a produrre e ci pensa Stangherlin a portare a casa il primo incontro per manifesta.

18 a 7 all’ottavo inning e primo incontro vinto.

 

Nella seconda partita la formazione resta la stessa con alcuni accorgimenti da parte della coppia Ongarato –Strauss. Brunati viene impiegato nel ruolo di Dh, Guevara in terza base e Chessa ricopre il ruolo di seconda base. Lanciatore partente Pizzolotto. Uno sciagurato primo inning difensivo mette subito in salita la partita. Tutto sembra andare storto, per il Buttrio un ottimo lanciatore mette in difficoltà il nostro line-up, il maltempo non aiuta i castellani e Brunati si infortuna. Alla quarta ripresa con il rischio di terminare l’incontro anticipatamente per pioggia i Dragons sono sotto per 5 a 1. Cambio sul monte con Salviato che entra ma la storia non cambia. 7 a 1 al quinto. Da questo momento però il maltempo cessa e viene fuori tutto il carattere dei nostri giocatori, si rivede il Salviato non concede più nulla nelle successive due riprese e il line-up castellano inzia a creare pressione ai friulani segnando 4 punti con un ottimo gioco di squadra. All’ottavo inning la svolta. Con un uomo in base Marco Sandalo mette  a segno un lunghissimo fuoricampo pareggiando la partita e caricando ulteriormente la formazione castellana. Nell’ultima ripresa l’OASI.S B.C. DRAGONS CASTELFRANCO V.TO completa l’opera e con un velocissimo Mancini ( subentrato per Chessa) mette a segno il sorpasso poi aumentato grazie all’ottimo lavoro di Salviato Fr, Tonolo, Scavo e Guevara.

Nel frattempo sul monte era entrato Stangherlin il quale con una prestazione fantastica non concede nulla mantenendo il punteggio sul 10 a 7 e portando a casa la seconda vittoria su due patite per i Dragons.

 

Complimenti a tutta la squadra che ha disputato un ottima prestazione di carattere e cuore e auguri di pronta guarigione con la speranza che ritorni più forte di prima a Michele Brunati!

SECONDO IMPEGNO…SECONDA VITTORIA

I dragons partono bene portandosi subito i vantaggio che però non riescono ad incrementare fino al 7mo inning a causa di un buon Vicenza. Negli ultimi 3 attacchi però...

Nel secondo impegno di Coppa Italia 2013 l’OASI.S B.C. DRAGONS CASTELFRANCO V.TO non delude le aspettative e vince per 12 a 1 il match contro il Vicenza. La formazione è scesa cosí in campo: Tonolo (cf), Mancini (c), Sandalo (ss), Guevara (3b), Squizzato (2b), Checchn (lf), Brunati (dh), Prior (1b), Salviato Fr (rf) e Stangherlin sul monte di lancio. Il risultato nasconde l’andamento della gara che ha visto la formazione castellana passare in vantaggio nei primi due attacchi per 2 a 0.  Poi, fino al settimo inning la partita è rimasta in bilico a causa di un mix di belle battute non aiutate dalla fortuna e di una buona difesa vicentina.  Sul monte Stangherlin lancia cinque ottime riprese concedendo solo un punto e nulla più. L’attacco dei Dragons al settimo innning inizia ad ingranare ed a prendere il largo fino ad arrivare al punteggio finale di 12 a1 grazie ad una serie di valide messe a segno da tutto il line-up. I rilievi Pizzolotto, Serafin,Ghiraldelli (classe 1997) e Salviato Fi svolgono senza problema il lavoro assegnato dal pitching-coach Strauss di ordinaria amministrazione.

Da sottolineare le buone prestazioni nel box di battuta di Salviato Francesco, Brunati Michele e Sandalo Marco e l’ottimo ritorno di Massimo Prior.

Il prossimo e decisivo impegno per il passaggio del turno vedrà l’OASI.S B.C. DRAGONS CASTELFRANCO V.TO impegnato giovedí 25 Aprile nella trasferta di Bolzano ma prima i Dragons dovranno disputare la prima giornata di campionato a Buttrio (UD) Domenica 21 Aprile.

 

GRANDI ESORDI E GRANDI RITORNI

Nella bella e soprattutto vincente prestazione di domenica della nostra serie B  tutta la squadra ha disputato un ottima partita ma nessuno si offenda se un plagio particolare lo rivolgiamo ai due nuovi acquisti, Enrico Serafin e Marco Sandalo ed al ritorno di un ‘’veterano’’ del baseball castellano, Francesco Scapinello.

Sul monte di lancio Enrico è riuscito a controllare egregiamente le mazze veronesi dimostrando nonostante la giovane età grande controllo e varietà di lanci, il tutto sommato al sangue freddo mantenuto anche nelle circostanze più difficili.

Marco nel suo debutto è stato praticamente perfetto sia in difesa dove ha effettuato un importante doppio gioco al 9 inning, sia in battuta conquistando una base ball e mettendo  a segno nel momento decisivo due valide portando a casa cosí 3 dei 9 punti messi a segno dai Dragons.

Infine Francesco “scap” che dopo un anno di inattività ha concluso la sua prima partita con 3 battute valide messe a segno per di più nei momenti che lo richiedevano per dare la carica al line-up castellano.

 

DRAGONS A VICENZA

Domenica 14 Aprile l'OASI.S B.C. DRAGONS CASTELFRANCO V.TO sarà impegnata alle ore 11.00 a Vicenza per la seconda partita del primo turno della coppa Italia 2013. La formazione capitanata da Carlos Guevara disputerà questo incontro, inizialmente previsto nel dimante castellano, a Vicenza sempre a causa dei lavori di sistemazione del nostro terreno di gioco. Avversario di turno sarà il Palladio Baseball Vicenza. Per dar seguito alla prima buona vittoria i Dragons dovranno vedersela con i padroni di casa che vengono da una pesante sconfitta per 16 a 4 subita dalla neopromossa Bolzano.

Vi aspettiamo numerosi a sostenere la nostra squadra!

 

I DRAGONS INIZIANO NEL MIGLIOR MODO POSSIBILE LA NUOVA STAGIONE

Nel primo incontro di coppa italia la formazione castellana vince per 9 a 6 contro il verona detentore della passata edizione.

Bella prestazione per l’OASI.S B.C. DRAGONS CASTELFRANCO V.TO nel primo impegno ufficiale della stagione 2013. La formazione allenata da Ongarato-Strauss è cosí schierata: Tonolo (cf), Mancini (c), Sandalo (ss), Guevara (1b), Squizzato (2b), Checchin (lf), Scapinello (dh), Brunati (3b), Salviato Fr. (rf), lanciatore partente Salviato Fi. I Dragons si impongono per 9 a 6 in una bella partita contro il B.T. Verona, detentore del trofeo della passata stagione. I castellani partono sotto di 3 punti per una serie di episodi poco fortunati ma al quinto inning  iniziano un big-inning con la valida del veterano Scapinello e mettono a segno 5 punti. I Veronesi non demordono e pareggiano subito. Sul monte Pizzolotto e il nuovo acquisto Serafin, lasciano a secco le mazze avversarie fino a quando all’ottava ripresa avviene il decisivo sorpasso della formazione castellana grazie alle battute valide a basi piene di un altro nuovo acquisto, Marco Sandalo e di Carlos Guevara e Marco Squizzato.

Non si poteva sperare in un inizio migliore. La settimana prossima l’OASI.S B.C. DRAGONS CASTELFRANCO V.TO sarà impegnata sempre alle ore 11.00 nella trasferta di Vicenza per il secondo impegno della prima fase di coppa italia 2013.

DRAGONS - VERONA A PONZANO VENETO

Il primo incontro ufficile della stagione sportiva 2013 sarà disputato domenica 7 Aprile alle ore 11.00 nel diamante di Ponzano Veneto. L'OASI.S B.C. DRAGONS CASTELFRANCO VENETO affronterà in campo neutro la squadra B.T. Verona. Questa decisione obbligata è stata presa viste le condizioni in cui versa il nostro campo. A soli venti giorni dall'inizio della regular-season il diamante di via Malvolta 57 a causa del ritardo dovuto al maltempo dei lavori di sistemazione versa in condizioni impratcabili.

Vi aspettamiamo comunque numerosi a sostenere la formazione castellana in una sfida che vede affrontarsi due formazioni che sono state grandi protagoniste nel girone del nord-est di serie B federale 2012.

 

LA REP.DOMINICANA È CAMPIONE DEL MONDO!

Una squadra perfetta batte Portorico per la terza volta nel torneo e completa una serie di vittorie iniziata martedì 7 marzo contro il Venezuela.

La Repubblica Dominicana ha vinto il World Baseball Classic. Ha vinto in maniera limpida (3-0) la finalecontro Portorico, non dando ai suoi avversari praticamente una vera e propria chance, con un'altra grande prova del suo formidabile staff di lanciatori. Alla fine, si conteranno ben 10 strike out: 5 nelle prime 5 riprese (lanciate da Samuel Deduno) e 5 nelle ultime 3 riprese, lanciate da Strop, Casilla e dall'imbattibile Fernando Rodney. Di fatto la partita è finita prima di cominciare. Al primo la Dominicana ha approfittato di una brutta partenza di Giancarlo Alvarado e ha capitalizzato con un doppio di Encarnacion, buono per 2 punti. Ma è un dettaglio: questa Repubblica Dominicana, prima o poi, un punto (non gliene sarebbero serviti di più) lo avrebbe comunque segnato.
Non si ricorda un torneo di livello mondiale con un vincitore così tanto legittimato dal campo. La squadra diTony Pena ha vinto tutte le partite giocate e ha battuto Portorico, seconda classificata, 3 volte: 4-2 nella prima fase, 2-0 nella seconda e (quel che più conta) 3-0 questa sera.

Il trofeo del World Baseball Classic 2013 (WBC Inc)Quella della finale è una giornata dal clima incerto a San Francisco. Ma dal primo pomeriggio la città si colora delle divise di Portorico e Repubblica Dominicana (i colori sono praticamente gli stessi), con i tifosi che si mescolano pacificamente nei diversi locali attorno alla Willie Mays Plaza.
La cerimonia pre gara, con una orchestra che esegue gli Inni Nazionali, èda brividi. Sul crescendo finale dell'Inno Americano, tutto il pubblico di AT&T Park (quasi 36.000 persone) è in piedi.
Come annunciato, in pedana ci sono Deduno per la Repubblica Dominicana, che conferma anche Sierra all'esterno sinistro, e Alvarado perPortorico.
Angel Pagan apre la partita con la sua valida d'ordinanza (singolo a destra) e avanza in seconda su quello che gli americani chiamano swinging bunt diFalu, che è out in prima. Beltran (che non vede palle veloci da tempo immemorabile, in questo torneo) finisce al piatto su un lancio ad effetto per terra e Yadier Molina, che guarda un lancio ad effetto sul filo interno, subisce lo stesso destino.
La Repubblica Dominicana inizia anche meglio. Reyes guarda 2 cutter (un ball e uno strike) di Alvarado e il terzo lo stampa sul muro a destra per un doppio. La Dominicana mette pressione: Aybar appoggia un buntche porta Reyes in terza e la contromossa portoricana è la base intenzionale a Cano. A far segnare siaReyes che Cano ci pensa Edwin Encarnacion. Il prima base picchia durissimo dove Pagan non può arrivare, per un doppio che vale il primo vantaggio (2-0) alla squadra di Tony Pena. Alvarado, che tocca le 90 miglia con la dritta, esce comunque dalla ripresa senza altri danni.
Il partente di Portorico non va proprio oltre il primo inning. In pedana di lancio al suo posto sale Hiram Burgos. Anche il nuovo venuto sottopone la Repubblica Dominicana a una dieta di palle ad effetto e (soprattutto) cambi di velocità.

Non succede granchè fino alla seconda metà del quarto, quando inizia a piovere. I tifosi nella zona dei 2 dug out e quelli sistemati dietro la recinzione iniziano a sciamare verso i posti al coperto.
Al quinto Deduno concede 4 ball a Rios e poi, con un lancio pazzo, lo fa arrivare in seconda. LaSamuel Deduno mette al piatto Pagan al quinto ed esplode di gioia (WBC Inc) Repubblica Dominicana chiede (e ottiene) che venga sistemato il monte di lancio con terra asciutta. Deduno ottiene, con Rios in seconda,2 eliminati al volo. Sul secondo out De Aza, che giocavacortissimo, ha uno sprint impressionante verso la recinzione e il suo rilancio verso il diamante è rapidissimo: Rios si deve fermare in seconda. Feliciano aiuta il lanciatore avversariogirando un paio di ball, ma è evidente che Deduno non è tranquillo e Carlos Santana abbandona la posizione di catcher per andarci a fare 4 chiacchiere. Non serve, perché Felicianoriceve la base per ball, il che riporta in battuta Pagan con in base i potenziali punti del pareggio. La star dei Giants è salutata da un'ovazione del pubblico di San Francisco, che si trasforma in una sonora serie di buuuuu non appena il manager della Repubblica Dominicana Pena entra a parlare con il suo lanciatore. Questa volta Deduno trae beneficio dal colloquio. Il suo quinto lancio è una palla ad effetto per terra ed inganna Pagan, che gira a vuoto. Deduno urla tutta la sua gioia verso l'esterno centro avversario, che lo guarda torvo mentre rientra verso il dug out.
Al cambio campo arriva il terzo punto dominicano. Con un out,De Aza spizza una palla a 2 metri da casa base e la sua velocità lo aiuta ad arrivare salvo. Reyes batte su Falu che, trovatosi De Aza davanti, va nel panico quando l'esterno centro dominicano si blocca. Il seconda base di Portorico assiste in prima per l'out, ma De Aza (di cui tutti si sono dimenticati) arriva salvo in tuffo in seconda.Aybar incoccia un cambio di Burgos che resta troppo vicino al centro del piatto e lo manda di centimetri sopra il guanto del prima base avversario Rivera e lungo la linea di foul. Per Aybar è un doppio e De Aza non ha problemi ad arrivare a casa base.

Con il sesto inning sale in pedana per la Repubblica Dominicana Octavio Dotel, mentre Miguel Tejadaprende il posto di Hanley Ramirez (infortunato) in terza base.
Nella parte bassa dell'inning un doppio di Nelson Cruz riporta, con 2 out, la Dominicana in posizione punto. Con la base ball a Santana finisce la partita dell'ottimo Burgos. In pedana sale Jose De La Torre, che chiude l'inning mettendo al piatto Sierra.
Aviles apre il settimo attacco di Portorico con un singolo al centro e tocca la seconda quando Dotel concede4 ball a Rios. Dal bull pen dominicano arriva Pedro Strop. Il rilievo sistema la pratica Carlos Rivera con una palla da 96 miglia sul filo interno. Andy Gonzalez viene rimpiazzato dal pinch hitter Pedro Valdes, che è sua volta strike out quando gira a vuoto lo slider. Feliciano alza un pop in zona di foul, sul quale Tejada non è posizionato bene. Con una acrobazia da gatto, il terza base raccoglie comunque al volo e la ripresa si chiude.
Al cambio campo Cedeno prende il posto di De La Torre in pedana per Portorico e Luis Figueroa è il nuovo terza base. Il quarto pitcher portoricano inizia mettendo al piatto De Aza poi, sul primo lancio, Reyes gliscodella un sinker in mezzo agli esterni e ne ricava un triplo, con tanto di arrivo in terza in tuffo non necessario. Con gli interni avanzati, il pop di Aybar verso l'abituale posizione del seconda base potrebbe creare guai, ma Falu arretra e rende la giocata apparentemente agevole. Tornato in posizione ordinaria con 2 out, Falu fa buona guardia anche sulla radente di Cano e chiude il settimo attacco dominicano con il tiro in prima.

Casilla prende il posto di Strop e apre l'ottavo inning con 4 ball a Pagan. Falu è però il primo out al piatto con una veloce interna a 2 cuciture che viene, probabilmente, giudicata in modo un po' generoso dall'arbitro capo Ted Barrett. Gli altri out per chiudere l'ottavo attacco di Portorico arrivano velocemente.

Con la Repubblica Dominicana sempre in vantaggio 3-0, all'inizio del nono sale in pedana FernandoLa Repubblica Dominicana è Campione del Mondo e festeggia con Fernando Rodney (WBC Inc) Rodney, che in questo torneo ha già accumulato 6salvezze.
Sul secondo lancio di Rodney (un cambio), Aviles batte una palla che sembra possa valere un comodo primo out. Tejada in terza si rende però protagonista di quello che il film Major League ha bollato come unolè da torero e la palla passa. Con Aviles in prima, Rios alza un pop verso la seconda base su cui Cano ottiene un comodo primo out al volo. Rodney non cerca di dominare, anzi, sta quasi abusando del cambio di velocità. Si capisce anche perché: il closerdei Tampa Bay Rays non ha nel braccio molte delle sue bombe da 95 miglia e usa ladritta solo per rendere più efficace il suo lancio off speed. E' un cambio il lancio che mette al piatto Carlos Rivera per il secondo out. Il quarto lancio su Figueroa (misurato a 96 miglia) è scontrollato e sfugge al catcher. Aviles riesce così ad arrivare in seconda. Dopo il secondo ball, Rodney manda a vuoto con il cambio anche Figueroa e ottiene il terzo out.
La Repubblica Dominicana succede al Giappone come vincitore del World Baseball Classic e al Regno dei Paesi Bassi come Campione del Mondo. Era dal 1948 che il titolo mondiale del baseball non si fermava nell'isola che Cristoforo Colombo battezzò Hispaniola.

 

ULTIMA AMICHEVOLE PRE-CAMPIONATO

Mercoledí 27 Marzo alle ore 20.30 la formazione dell'OASI.S B.C DRAGONS CASTELFRANCO V.TO sarà impegnata nell'ultima amichevole di precampionato. I Dragons giocheranno nel diamante di Padova contro la formazione di casa.Per la formazione allenata dalla coppia Ongarato-Strauss si tratta di un test-match molto impegnativo perchè la formazione del Padova è a detta di tutti la favorita per vincere il campionato di serie A federale. Con i giallo-verdi ci saranno inoltre due ex giocatori ma tutt'ora grandi amici del baseball castellano, Laidel Chapelli e Jesus Medina ( pedina fondamentale per il Castelfranco  V.to negli ultimi due campionati).

PRIMA AMICHEVOLE PER LA SERIE B

Domenica 17 Marzo avrà luogo a Ponzano Veneto la prima amichevole di pre-season per l’OASI.S DRAGONS B.C. CASTELFRANCO V.TO . L’inizio dell’incontro che ormai è diventato un appuntamento tradizionale nel precampionato della squadra castellana sarà alle ore 14.00. 

 

BENTORNATO JONATHAN!

È arrivato a Castelfranco Veneto per la quinta stagione consecutiva Jonathan Strauss.

Il tecnico venezuelano firma cosí  un record nella nostra società  poiché mai nessun tecnico non castellano era riuscito (per un motivo o per un altro) a continuare cosí a lungo la sua avventura con i Dragons. Il pitching-coach, di soli 33 anni, originario di Maracay è ormai da parecchio tempo entrato a far parte della famiglia del baseball castellano con la quale ha vissuto la crescita di questi ultimi anni partita dalla serie C nel 2009, passando per la serie B tutt’altro che facile del 2010 fino a sfiorare l’accesso ai play-off per la promozione in serie A negli ultimi due anni consecutivi. Chissà che questo possa essere l’anno che pone un ulteriore tassello alla crescita alla quale Jonathan ha contribuito con il suo ottimo lavoro costante e continuo.

 

NUOVO ARRIVO SUL MONTE DI LANCIO PER L’OASI.S DRAGONS CASTELFRANCO V.TO : ENRICO SERAFIN

Dopo le partenze di Santo Porco e Jesus Medina finiti rispettivamente al Poviglio e al Padova i Dragons si rinforzano sul monte di lancio con Enrico Serafin. Il lanciatore classe 1990 proveniente dal Ponte di Piave è l’ultimo di una serie di scambi avvenuti in questi anni tra le due società venete. L’ex Ponte di Piave arriva a completare il reparto del monte di lancio che quest’anno l’OASI.S Castelfranco V.to ha deciso di non rinforzare ulteriormente per dare più spazio ai  propri lanciatori dato l’ottimo lavoro fatto dal pitching-coach venezuelano Jonathan Strauss. Enrico Serafin arriva in prestito dopo aver ottenuto nel 2009 con la formazione pontepiavense la promozione dalla serie B alla serie A dove poi ha militato fino allo scorso campionato. Il giovane lanciatore trevigiano è il terzo colpo di mercato under 25 per la formazione Castellana.

 

La società OASI.S B.C CASTELFRANCO V.TO da il benvenuto ad Enrico Serafin ed augura l’inizio di un’avventura ricca di soddisfazioni.


 

ALL’OASI.S B.C DRAGONS CASTELFRANCO V.TO ARRIVA MARCO SANDALO

Sarà Marco Sandalo l’interbase della formazione castellana per la stagione 2013.

Il giocatore nato il 17 Agosto 1987 a Rovigo arriva in prestito dal BSC Rovigo dove ha sempre militato. Marco Sandalo nonostante la giovane età il suo ‘’curriculum” parla da solo poiché vanta numerosi campionati in serie B, ha contribuito da protagonista alla storica promozione nel 2009 della squadra rodigina in  serie A e negli ultimi 2 anni ha giocato con ottimi risultati in serie A federeale. A tutto questo bisogna ricordare inoltre che ha indossato in diverse occasioni la maglia della nazionale nelle selezioni giovanili. Si tratta di una novità nella formazione dei Dragons perché negli ultimi 9 anni questo ruolo era sempre stato ricoperto da giocatori italo-sudamericani.

 

L’OASI.S B.C DRAGONS CASTELFRANCO V.TO  l’inizio di una esperienza ricca di soddisfazioni.

 

PRIMO RINFORZO PER L'OASI.S B.C DRAGONS CASTELFRANCO V.TO

È Jean Filippo Scavo il primo rinforzo per la formazione dei Dragons di Castelfranco Veneto. Nato a Maracay il 10 Agosto 1994, il giovane italo-venezuelano ricoprirà il ruolo di ricevitore per la squadra castellana. Alla prima esperienza in Italia indosserà la casacca numero 21 ed arriva dopo aver militato nei vari campionati giovanili in venezuela ed essersi allenato in accademia con una vecchio amico del baseball castellano ed italiano, Julio Cesar Strauss. Il giovane ricevitore vanta inoltre alcune presenze nelle nazionali giovanili venezuelane.  

 

La società OASI.S B.C. DRAGONS CASTELFRANCO V.TO da il benvenuto a Jean Filippo e augura l'inizio di un avventura ricca di soddisfazioni.

Gli Stati Uniti infliggono la prima sconfitta all'Italia

gli azzurri giocano bene l'ultima partita del girone di qualificazione del World Baseball Classic, segnando 2 punti contro Ryan Vogelsong. Gli Stati Uniti recuperano.

Gli Stati Uniti infliggono all'Italia la prima sconfitta (6-2) del World Baseball Classic, ma gli azzurri spaventano il Team USA per almeno metà partita. E' ottimo infatti l'inizio di partita della squadra di Mazzieri contro ilpartente de Ryan Vogelsong (San Francisco Giants), che prova ad aggredire le mazze italiane a suon dipalle veloci, ma deve ben presto cambiare strategia e mischiare i lanci. Il line up italiano sarà meno efficace contro Affeldt e, in particolare, contro il giovane (classe 1986) Detweiler. Il lanciatore dei Washington Nationals concederà solo un singolo agli azzurri in 4 riprese.
In pedana di lancio Mazzieri ha utilizzato 8 lanciatori, che hanno fornito una prestazione complessivamente piuttosto buona, in particolare con il partente Panerati, che non ha concesso punti. Al quinto inning la svolta alla partita l'ha data uno dei tanti fuoriclasse del Team USA. Un fuoricampo a basi piene di David Wrightcontro Matt Torra ha dato agli americani un vantaggio per 6-2 che l'Italia non è più stata in grado di mettere in discussione. Ad infiammare il bel pubblico (19.300 spettatori) di "Chase Field" ci pensa la presenza dell'Ambasciatore del Baseball Tom La Sorda, l'unico allenatore ad aver vinto una medaglia d'oro olimpica per gli Stati Uniti. Quando entra in campo per la cerimonia del primo lancio, La Sorda viene accolto da una standing ovation.

L'Italia rimette subito tutti a sedere, però. Punto batte un singolo a sinistra e tocca laseconda sul singolo di Rizzo. Liddi batte sull'interbase, ma gli americani non riescono a chiudere il doppio gioco. Il lancio pazzo di Vogelsong con Costanzo in battuta vale il primo punto italiano. La lunga battuta al centro del designato diMazzieri trova pronto ad una grande corsa a ritroso Adam Jones.
Con 2 out al secondo l'Italia confeziona un altro punto. Latorre batte un singolo al centro e corre fino a casa base sul prepotente doppio al centro di Granato, sul quale Jones non può davvero nulla.
Vogelsong cambia approccio con il passare delle riprese, lanciando meno palle veloci e usando di più ilcambio. I risultati gli danno ragione: gli ultimi 4 out, tra terzo e quarto attacco italiano, sono tutti al piatto.

Contro Panerati gli americani soffrono. Il Team USA arriva in terza solo una volta (al primo con Rollins), ma al caro prezzo di una battuta in doppio gioco.
Uscito il mancino del Bologna, al quarto arriva il primo punto americano. Braun batte un singolo contro Marco Grifantini e segna direttamente dalla prima sulla lunga volata deldesignato Mauer, che Avagnina arriva solo a sfiorare.Grifantini poi esce brillantemente dalla situazione, mettendoal piatto in sequenza Stanton (con la curva) e Hosmer (con il cambio).
La partita di Grifantini finisce dopo che il lanciatore del Parma concede 4 ball a Jones e viene toccato dal singolo a sinistra di Lucroy in apertura di quinto inning e sul montesale Matt Torra. Il prospetto dei Cincinnati Reds riesce ad ottenere il primo out su una corta volata di Rollins al centro, poi viene colpito dal singolo di Phillips a destra che vale il pareggio americano e fa salire alto il grido "USA-USA" del pubblico. Con i corridori agli angoli, con il conto di un ball, Braun spaventa gli azzurri con una battuta terrificante (su una veloce da 91 miglia) a sinistra, che però termina in foul. La star dei Brewers siavvita poi sul cambio di velocità ed è il secondo out al piatto. Torra riempie le basi con 4 ball a Mauer poi, dopo la visita del pitching coach Holmberg, va sul conto di un ball e 2 strike sul terza base dei New York Mets David Wright. Sul quarto lancio, il cambio di Torra resta alto e Wright lo trasforma in un fuoricampo a sinistra che ribalta il risultato a favore del Team USA, che ora conduce 6-2.

Granato apre il quinto con un singolo al centro che decreta la fine della partita di Vogelsong, ma l'attacco italiano non dà seguito. I rilievi Affeldt e Detweiler infilano 8out consecutivi prima che (al settimo) gli azzurri riportino un corridore in base:Santora, pinch hitter per Granato, che ottiene 4 ball. Con 2 out all'ottavo, l'Italiatorna a battere valido con Infante, entrato al posto di Liddi. Infante tocca la seconda su palla mancata, ma Costanzo è il terzo out al piatto.
Detweiler (con i suoi sinker da 92 miglia all'ora) continua a rivelarsi un osso duro per il line up italiano e la partita scivola veloce verso la fine.

 

Capolavoro azzurro, demolito il Canada. Miami aspettaci!

L'Italia supera i nordamericani sul diamante del Chase Field per 14-4 all'ottavo inning, in un match ai limiti della perfezione. Alex Maestri vince sul mound, nel box devastante Colabello (4 su 5)

Un'Italia così non si era mai vista. Ma è l'Italia o sono giocatori di un diamante marziano? Dopo il Messico, che in qualche modo ci aveva fatto soffrire fino all'ultimo lancio, arriva il turno del Canada di toccare di nuovo con mano la potenza azzurra (nel 2009 a Toronto fini 6-2 per noi, era il 9 marzo). Oggi invece è l8 marzo ed è 14-4 il finale, sempre per noi. Più manifesta di così. Nordamericani mai entrati in partita, fatta eccezione per il settimo innig, zittiti dai ragazzi di Mazzieri che hanno lottato in modo commovente. L'Italia è nella storia. Tra le prime otto del mondo. E Miami non è mai stata così vicina. La qualificazione ce l'abbiamo già in tasca. E a quel paese la scaramanzia...
Sul monte si alternano Alessandro Maestri (3 riprese e 3 k), Chris Cooper (3 riprese e 2 valide), Dan Serafini (0.2 con 2 valide e 2 punti), Brian Sweeney (0.1) e Pat Venditte a chiudere. Le segnature arrivano già al primo con Nick Punto su battuta di Rizzo, quattro al terzo con Granato a casa su singolo di Liddi più il fuoricampo da 3 punti di Colabello con Liddi e Rizzo in base, 1 al quinto con Liddi che segna su sacrificio di Chiarini, 3 al settimo grazie a Colabello su singolo di Chiarini cui si aggiunge il doppio di Butera che fa avanzare Costanzo e Chiarini, per chiudere 5 all'ottavo con Punto, Denorfia, Rizzo, Liddi e Colabello. Quest'ultimo è stato devastante nel box: 4 su 5, 3 punti segnati e 4 prodotti. 
Italia- Canada comincia con gli azzurri sulla scia dell'entusiasmo e i nordamericani al debutto. Spetta agli azzurri rompere il ghiaccio. Punto batte valido a sinistro, raggiunge salvo la seconda, va in terza e poi raggiunge casa base su una rimbalzante di Rizzo (1-0).
Il secondo Inning si apre con Michael Saunders che infila un doppio a sinistra emulato da Pete Orr e c'è il pareggio (1-1). Tutto azzurro il terzo inning:
Anthony Granato batte valido a destra, Punto prende la base ball. Poi ci pensa Liddi a far volare Granato verso il 2-1. Finita? Macchè... ecco Colabello, che esplode con un fuoricampo da tre punti a sinistra e gli azzurri vanno sul 5-1.
E siamo al quinto. Base ad Alex Liddi con Mathieson che esce per far posto a Molleken. Colabello indovina il singolo a sinistra, Chiarini gira ma Gillies raccoglie all'esterno mentre Liddi segna il 6-1 per l'Italia. Siamo al settimo, unico momento di difficoltà per l'Italia con Dan Serafini sul monte di lancio al posto di Chris Cooper. Iorg lo battezza con un singolo a destra. Votto in base, anche Morneau è in base. Dura la vita con Saunders nel box di battuta che batte valido a destra, entrano due punti. Il Canada recupera 6-4.
L'Italia va in attacco per la settima volta. Colabello affronta Aumont e vince il nostro con valida al centro. Base a Costanzo, due out. Singolo di Chiarini, Italia ancora avanti, 7-4. Ecco Drew Butera che esplode con un doppio, 9-4 per l'Italia.
Pat Venditte controlla l'ottavo inning e la difesa fa il resto con un doppio gioco. E l'attacco invece? unto valida da 2 basi, singolo di Denorfia a destra, quattro ball a Rizzo, altra valida di Liddi, singolo di Colabello. 11-4 per l'Italia. Costanzo è autore di un fuoricampo, poi si invoca il replay e solo doppio per regola. 13-4 con due in base ancora. Chiarini valida ed è 14-4. Storico, indimenticabile, da standing ovation. L'Italia chiude all'ottavo surclassando il Canada per 14-4. E ora sotto gli USA.

Esordio vincente per l'Italia al World Baseball Classic

Rizzo, Liddi, Costanzo e Butera (fuoricampo) producono i punti necessari alla prima grande vittoria della Nazionale a Phoenix. Al nono la zampata vincente. Mazzieri impiega 6 lanciatori.

Un nono inning drammatico, con l'Italia che prima segna i due punti del sorpasso poi stringe i denti per respingere l'ultima incursione del Messico che carica le basi nella parte bassa. Ma gli azzurri difendono, eccome se lo difendono, il 6-5 e trionfano nella gara d'esordio a Scottsdale battendo di più (12 valide contro 11). E il World Baseball Classic si tinge subito d'azzurro. Certo è che con un inizio così conviene tenersi gli ansiolitici a portata di mano...
E' già emozionante il primo inning tra Italia e Messico con gli azzurri che premono subito sull'acceleratore. Denorfia infila un doppio al centro, Rizzo lo imita con un singolo, stessa traiettoria, poi Alex Liddi spara la valida ancora in mezzo al campo messicano, la stoccata che vale l'1-0. L'Italia mantiene due corridori in base e Mike Costanzo non si lascia sfuggire la ghiotta 'occasione. Singolo a destra e 2-0. Tocca a Mariotti sul monte. Arredondo, leadoff del Messico, raccoglie subito 4 ball. Ricky Pena batte valido, un gran doppio al centro per lui e Arredondo fulmineamente in terza. Il Messico carica le basi con Adrian Gonzalez, poi Jorge Cantu fa proprio quello che nessuno avrebbe mai voluto vedere. Un doppio che svuota le basi e Messico che allunga sul 3-2.
Secondo inning a favore del Messico con Mariotti che incassa un'altra valida da Cota (singolo al centro) eliminato poi in seconda. Il numero uno del line-up Arredondo trova la valida al centro e raggiunge salvo la seconda dopo un errore di Denorfia. Fuori Mariotti, dentro Tiago Da Silva. La musica non cambia e Pena piazza il secondo doppio messicano della partita. 4-2.
E siamo alla quarta ripresa tutta di marca tricolore. Aceves sostituisce il partente Rodrigo Lopez e il nuovo entrato offre a Mario Chiarini un singolo al centro. Non importa cosa avrà pensato Butera mentre scaraventava la pallina oltre il fuoricampo di Scottsdale. Ciò che è importante è che gli azzurri mettono altri punti nel carniere ed è parita perfetta, 4-4.
Al quinto l'alungo - momentaneo - del Messico. Arredondo sigla la valida su Tiago Da Silva, Pena bunt di sacrificio con Arredondo in seconda, Cruz trova un varco per il doppio e i centroamericani tornano avanti (5-4).
E siamo al fatidico, drammatico, nono inning dopo una serie di cambi sul mound (Mazzieri cambierà alla fine 6 pitcher). L'Italia tenta il tutto per tutto contro nientedimeno che Sergio Romo, roba da far tremare le gambe. Nick Punto spara il doppio contro la recinzione a sinistra, Chris Denorfia lo imita con un singolo a sinistra poi Anthony Rizzo batte forse la valida più importante della sua carriera da pro. Il giocatore dei Cubs colpisce a sinistra, sembra un normale fly ma Gonzalez perde la palla. Un doppio e un paio di punti azzurri. 6-5 per l'Italia, è festa grande nel dug-out e sugli spalti. Potremmo prenderci un altro punto se non fosse che Rizzo viene colto in ballerina.
E' Jason Grilli l'uomo che deve togliere le castagne dal fuoco dell'Italia. L'adrenalina sale, le emozioni non si controllano. Navarro batte valido. Arredondo esegue il bunt perfetto ma è out. Pena eliminato con un pop su Santora, è il secondo out. Cruz si prende 4 ball. Due in base, c'è Adrian Gonzalez viene colpito. Basi piene, 2 eliminati e Cantu nel . box di battuta. Visita d'obbligo. Grilli non passa certo momenti tranquilli. Ma Cantu alla fine lo eliminiamo in prima base. Italia 6, Messico 5. Che la festa abbia inizio...

IGOR ONGARATO È UFFICIALMENTE IL NUOVO MANAGER DEI DRAGONS

La società si congratula con Igor Ongarato per aver conseguito il tesserino di Istruttore in seguito al corso tenutosi a Rovigo e coglie l'occasione per ufficializzare l'inacrico di manager per la formazione dei Dragons in serie B federale nella stagione 2013.

Fabio Betto chiude la sua gloriosa carriera del baseball giocato

Appeso il guanto al chiodo entra a far parte dello staff tecnico della Fortitudo Bologna

All'età di 40 anni, il capitano della Unipol Fortitudo, Fabio Betto, ha deciso di appendere il guantone al chiodo. Il lanciatore castellano, ma ormai bolognese d'adozione, resterà comunque sul campo a prestare il suo determinante contributo alla causa biancoblu. Il ruolo di Fabio in prima squadra sarà quello di Assistant coach nello staff tecnico guidato da Marco Nanni, mentre a Casteldebole sarà il Coordinatore tecnico della Fortitudo giovani, dunque il "braccio destro" di Angelo Baldi, responsabile del settore giovanile.
La Fortitudo B.C. 1953 esprime a Fabio Betto un sincero e vigoroso grazie per il contributo da giocatore in queste indimenticabili 14 stagioni, dimostrando grandi qualità sul campo, ma ancor più grandi al di fuori dello stesso, mettendo in mostra una elevata e rara professionalità, oltre che disponibilità e dedizione, un punto di riferimento importante per i compagni, per lo staff tecnico e per la società. Felice di poter proseguire il rapporto con Fabio, formula un grande in bocca al lupo per i suoi nuovi incarichi.
Risulta estremamente arduo sintetizzare la straordinaria carriera più che ventennale di questo grande professionista, che chiude la carriera imbattuto in regular season nelle ultime due stagioni disputate (19 vittorie e nessuna sconfitta in 26 gare). Senza ombra di dubbio, Fabio Betto è uno dei migliori lanciatori partenti italiani del baseball moderno, oltre che un atleta che ha una parte importante nella storia gloriosa della Fortitudo baseball.
Ha cominciato a calcare i diamanti giovanissimo a Castelfranco Veneto, per trasferirsi a soli 17 anni a Reggio Emilia, per seguire la sua passione. Nel 1994 l'approdo in massima serie, con il Parma, cinque stagioni ricche di soddisfazioni, a partire dai tre scudetti (il primo proprio nel '94, poi '95 e '97), due coppe dei campioni ('95 e '98), una coppa delle coppe ('97) e due coppe Italia ('94 e '96). Nel 1999 il trasferimento sotto le due torri, che all'epoca fece molto scalpore, nel pieno della maturità tecnica e atletica, protagonista in nazionale (europei vinti nel '97, secondo posto nel '99, olimpiadi di Atlanta '96 e Sidney 2000).
Nella rinnovata Fortitudo, Fabio è stato uno dei massimi contributori della rinascita della società biancoblu, riportandola a disputare i playoff nel 2001 e 2002, prima di un brutto infortunio alla spalla, che ha reso necessaria un'operazione con rischi sulla prosecuzione della carriera. Dopo un anno era di nuovo in pista, giusto in tempo per partecipare all'epica conquista dello scudetto 2003, nell'anno del cinquantenario della Effe Blu e dopo 19 lunghissimi anni d'attesa, seguita da un'ottima regular season nel 2004 (10 vinte e 2 perse), ma anche da una fase delicata di recupero nella quale Fabio ha cominciato a costruire la sua seconda giovinezza. Con la squadra affidata a Marco Nanni, dal 2006 Betto ha invertito le leggi della fisica e del tempo, migliorando stagione dopo stagione, quasi come se gli anni passassero al contrario, andando indietro nel tempo. Con un nuovo modo di lanciare, rinunciando alla velocità, ma aumentando gli effetti e le location, Fabio, assoluto padrone del mound come pochi lanciatori hanno dimostrato, ha mandato fuori tempo decine e decine di battitori, risultando a fine stagione sempre fra i migliori lanciatori di scuola italiana. Medie PGL "da straniero", un rapporto vinte/perse oltre il 70% nelle ultime sette stagioni. Gli anni bolognesi hanno decisamente allungato il suo palmares, con altri tre scudetti (2003, 2005 e 2009), due coppe dei campioni (2010 e 2012) e quattro coppe Italia (2003, 2005, 2008 e 2010).
Chiude la carriera in massima serie, ripetiamo, imbattuto in regular season nelle ultime due stagioni, con 310 gare e oltre 1563 inning disputati, 123 vittorie a fronte di sole 55 sconfitte (media .691), una media PGL di 3.87, una media di battute valide concesse di .242, appena 3.77 basi ball concesse ogni 9 riprese, 2.87 (se abbiamo calcolato bene) nelle 14 stagioni nelle quali ha vestito la casacca biancoblu, con la quale ha collezionato 89 vittorie, a fronte di 41 sconfitte.

Valter Salviato eletto consigliere regionale FIBS

Roberto Culicchi riconfermato alla guida della FIBS Veneto. E’ stato eletto per acclamazione dall’Assemblea di domenica 16 dicembre 2012. Con lui siederanno come consiglieri  nel Comitato Regionale il nostro Valter Salviato, Stefano Burato, Lucio Taschin e Lorenzo Campadello.

 

 

Official Partners

 il nostro baseball e softball amatoriale